Author: admin

Gli ossidi di ferro sono pigmenti insolubili in acqua resistenti agli alcali ed hanno un'ottima stabilità alla luce. Per queste caratteristiche ed il prezzo contenuto, sono da considerarsi i miglior pigmenti per la colorazione del cemento. Il pigmento va impiegato generalmente con una concentrazione dal 3 al 5% rispetto al peso del cemento, escludendo gli inerti che non partecipano alla colorazione. Se si desidera una colorazione più intensa si...

La lotta alla muffa sulle pareti ha recentemente trovato una nuova efficace soluzione nelle pitture formulate con microsfere di vetro cave 3M Glass Bubbles. le pitture anticondensa sono la soluzione ideale Vedi anche: VB BRILLIANT Problemi di muffa Le soluzioni per contrastare le muffe comunemente utilizzate fino a pochi anni fa erano l’applicazione di pitture contenenti dosi importanti di biocidi, destinati ad essere sempre meno efficaci nel tempo. Con le pitture anticondensa è invece possibile agire preventivamente,...

R-2295 è un pigmento di biossido di titanio rutilo rivestito con alluminio in zirconio inorganico. Presenta un elevato potere coprente, un elevato potere di eliminazione del colore e una facile dispersione. Come prodotto universale di fascia medio-alta, l'R-2295 è ampiamente utilizzato nei settori del rivestimento, dell'inchiostro, del profilo, del master colore, della carta e di altri settori...

Cosa sono ?Gli Ossidi di Ferro sono Pigmenti sintetici o naturali. Nel settore edile si utilizzano per colorare impasti di calcestruzzo, malte, calce, Composizione:Con il termine ossidi di ferro si indicano genericamente tutti i composti chimici formati da ferro SI presentano in differenti stati di ossidazione e ossigeno, e sono i componenti principali di numerosissimi minerali e della ruggine. Combinazioni Esistono numerose combinazioni di questi elementi, inclusi gli idrossidi di ferro e gli ossi-idrossidi di ferro, formati tramite reazione tra l'acqua e l'ossido di...

L' efflorescenza nel cemento è un fenomeno chimico-fisico prodotto dall'idrato di calcio e solubile in acqua. Si può manifestare già durante la fase di essiccamento ma anche successivamente in presenza di umidità. L'idrato di calcio tende a migrare verso la superficie del manufatto e reagendo con l'anidride carbonica dell'aria, produce chiazze biancastre di carbonato di calcio che sono tanto più evidenti quanto più il manufatto è colorato. I NOSTRI...